Manifestazione radioamatoriale


In occasione dei festeggiamenti per il cinquantenario di fondazione della PMM Costruzioni Elettroniche, (ora incorporata nella multinazionale L3 Technologies con il nome Narda Safety Test Solutions S.r.l.), viene organizzato dai dipendenti ‘storici’ la manifestazione radioamatoriale per l’attivazione dell’azienda che si terrà dal 16 al 24 Giugno 2018 con il nominativo speciale II1PMM.

Regolamento

La stazione speciale potrà essere collegata solo una volta per ogni banda, indipendentemente dal modo di emissione.

Periodo : dalle ore 00:00 UTC del 16 Giugno 2018 alle ore 23:59 UTC del 24 Giugno 2018

Bande : 80-40-20-15-10-6 mt

Modi : SSB

QSL : via bureau ARI – e-QSL – via posta su richiesta

Per ricevere la QSL commemorativa gli OM ed SWL dovranno collegare/ascoltare la stazione speciale II1PMM almeno su una banda. Tutte le QSL verranno inviate tramite il bureau ARI e tramite e-QSL, gli OM ed SWL non iscritti all’associazione potranno richiedere la cartolina via posta inviando la loro QSL con busta preaffrancata a IW1RCU presso NARDA-STS via Benessea 29/b 17035 Cisano sul Neva ( SV ) ITALY

Diploma : Per conseguire il Diploma è necessario che ogni OM/SWL abbia collegato/ascoltato la stazione speciale II1PMM su almeno TRE bande radioamatoriali, il diploma verrà inviato via posta.

Tutti i diplomi verranno rilasciati / spediti a partire dal 1 Luglio 2018

IW1RCU Alessandro – QSL Manager – operatore

I1WSM Silvano – operatore

IZ2GAQ Domenico – operatore

IK1HSL  Livio – operatore

IK1MHJ Franco – operatore.

 

Regolamento

Storia

La QSL commemorativa per i 50 anni di PMM

La nostra storia parte nel lontano 1968, quando Salvatore Giulio Nicolosi, laureato in Economia e Commercio ma soprattutto appassionato radioamatore con la sigla I1PMM, iniziò ad assemblare nel magazzino di casa, a Diano Gorleri (IM), le prime apparecchiature a Radio Frequenza destinate ai radioamatori. I prodotti venivano marchiati PMM.

 

Tra i prodotti dell’epoca ci piace ricordare il ricetrasmettitore l’RT 2Z 144 MHz 10 W del 1971, apparso a più riprese in vari film polizieschi all’italiana di allora, e il ricetrasmettitore ‘Mac Carenda’ (nell’immagine a destra con l’amplificatore L28/ME), per le Bande Cittadine, che nascondeva nel nome alla Scozzese, di moda tra gli apparati dell’epoca, l’indirizzo della PMM trasferitasi nel 1971 in Regione Carenda di Rapalline a Campochiesa (SV), in una sede più appropriata al crescente volume di affari. Anche il marchio PMM, come si vede in alcune pubblicità dell’epoca, evolve negli anni, a testimonianza di questa continua crescita sempre nel segno di quell’originalità progettuale che ancora contraddistingue l’azienda.

A metà degli anni settanta il vulcanico e lungimirante Nicolosi cambia produzione e si dedica interamente al nascente fenomeno delle Radio Libere Commerciali, al punto che PMM può vantare il primo trasmettitore omologato dal Ministero delle Poste e Telecomunicazioni Italiano e da quello Belga.

Un successivo passo avanti porta PMM ad essere, nel maggio 1980, uno dei primi laboratori accreditati SIT (e l’unico dei primi ancora in attività), ora denominato Accredia LAT 008, per le grandezze campi elettrici, potenza e tensione a Radio Frequenza, e pochi anni dopo ad essere il primo laboratorio terzo per EMC riconosciuto dalla FCC americana in Italia. Tutto ciò darà un forte impulso all’avvio della produzione degli strumenti per il rilevamento e la misurazione dei radiodisturbi EMC e per la sicurezza ambientale che hanno creato l’interesse da parte della L3 Technologies per la nostra azienda.